Comprare o Affittare: Cosa Conviene e Perché [VIDEO]

Entrambe le soluzioni hanno pro e contro e devono essere valutate con estrema attenzione.

Cercare casa non è affatto semplice e una delle domande che ci si pone è: meglio acquistare oppure andare in affitto? Non esiste una risposta giusta o sbagliata. La decisione va presa in base al proprio stile di vita, ai propri obiettivi e alle caratteristiche che contraddistinguono queste due modalità molto diverse tra loro.

Affittare una casa: vantaggi e svantaggi

Quando si prende in affitto una casa, ogni mese si paga una rata al proprietario che s’impegna a lasciare l’appartamento per tutta la durata del contratto, con la possibilità di recedere da entrambe le parti con uno specifico preavviso deciso precedentemente. Questa opzione ha diversi vantaggi:

  • La casa in affitto offre la possibilità di provare, anche solo temporaneamente, la vita in una determinata zona. Se ci si accorge che l’immobile non è adeguato alle proprie esigenze si può decidere di cambiare più facilmente. Se invece si acquista una casa, non è detto che si possa venderla e acquistarne un’altra in tempi rapidi. 
  • In affitto non si è legati a un determinato luogo e ci si può muovere più in fretta in caso di trasferimento per motivi di lavoro o di studio: basterà dare la disdetta al proprietario nei tempi previsti dal contratto.
  • Alcune sono a carico del proprietario, come per esempio le spese di riparazione di cose mobili, di manutenzione ordinaria mentre altre come la riparazione dell’ascensore o la revisione della caldaia, sono solitamente a carico dell’inquilino.

Affittare una casa però ha dei limiti che devono essere presi in considerazione: per esempio, il proprietario può decidere di non rinnovare più il contratto di affitto e di usare la casa per sé, non si è proprietari della casa in cui si vive e non si ha quindi potere decisionale e i soldi spesi sono “persi” in quanto non si sta comprando un bene ma solo pagando un servizio.

Acquistare casa: vantaggi e svantaggi

L’acquisto di un immobile è una scelta più impegnativa, economicamente parlando, rispetto all’affitto. L’insieme dei costi da sostenere quando si diventa proprietari è in genere superiore al costo di un affitto, ma quando si acquista la casa questa entra a far parte del proprio patrimonio.

Nonostante le difficoltà appena elencate, si possono individuare alcuni vantaggi:

  • Per compare casa esistono mutui vantaggiosi, grazie, per esempio, alle agevolazioni sulla prima casa per i giovani e ai tassi di interesse particolarmente bassi (nonostante una risalita a partire dal febbraio 2022) rispetto al passato.
  • Si ha libertà di scelta su come strutturare l’immobile: se installare o meno l’aria condizionata, le zanzariere, la lavastoviglie e altro ancora… entro i limiti del condominio.
  • Il bene con il tempo potrebbe veder crescere il suo valore e quindi dare un profitto elevato in caso di vendita.
  • L’appartamento può essere messo in affitto per avere un’entrata fissa oppure può essere lasciato in eredità.

Quali sono invece gli svantaggi di acquistare una casa?

  • Quando si è proprietari di un immobile occorre inserirlo nella propria dichiarazione dei redditi e nel calcolo dell’ISEE (essere proprietari di un immobile fa salire il valore della dichiarazione). L’Isee aumenta e potreste pagare di più per accedere ai servizi pubblici.
  • Il bene con il tempo potrebbe veder decrescere il suo valore e quindi generare delle perdite in caso di vendita.
  • Spesso si impiegano mesi prima di poter effettivamente entrare nella nuova casa acquistata perché ci sono una serie di procedure burocratiche da rispettare.

Comprare o Affittare: le tipologie di costi

Generalmente quando si affitta, ci sono una serie di costi:

  • Il canone di locazione mensile.
  • Eventuali spese anticipate, come per esempio la cauzione la quale viene di solito chiesta dal proprietario per avere una garanzia dei primi due o tre mesi.
  • Il costo di registrazione del contratto di affitto.

Per quanto riguarda l’acquisto, invece, i costi sono più alti, ma se non si ha a disposizione l’intero importo, si può sempre decidere di sottoscrivere un mutuo.
In questo caso, andrà pagato un “anticipo” sulla spesa totale dell’immobile e la rata del finanziamento in corso. Altri costi sono:

  • L’onere richiesto dalla banca per sottoscrivere l’eventuale mutuo, comprensivo di spese legali e perito per iscrizione ipoteca sulla casa.
  • Il costo del notaio che redige il rogito e, soprattutto, le imposte legate all’acquisto stesso.
  • La provvigione dell’agenzia immobiliare, se presente nella trattativa, che viene pagata sia dal venditore che dall’acquirente.

Ovviamente bisogna considerare eventuali spese di ristrutturazione, se l’immobile acquistato non si trova in buono stato, ulteriori spese sono quelle di manutenzione o condominiali che comprendono quelle ordinarie (ascensore, pulizia) e quelle straordinarie (rifacimenti facciata, tetto).
Se poi si decide di acquistare una seconda casa, bisogna ricordarsi delle tasse annuali.

Riassumendo: conviene comprare o affittare?

Per decidere se comprare o affittare, occorre capire quanto costano le abitazioni situate nelle zone che ci interessano e a quanto ammontano gli affitti. In base alla propria situazione finanziaria, se si ha a disposizione di un “cuscinetto” di risparmi per poter pagare le spese accessorie connesse all’acquisto (tasse, provvigione agenzia) e la caparra per sottoscrivere il mutuo, il suggerimento è di ricorrere all’acquisto.

Gli immobili sono un’asset class ma come tutti gli investimenti, sono un bene il cui valore dipende dal mercato: può salire o scendere.

Non esiste una “formula magica” per capire se l’investimento in un immobile sia corretto e quale sia il miglior modo per gestirlo.

Tutto dipende dall’obiettivo dell’acquisto: si vuole affittare a turisti o studenti, si vuole ristrutturare per rivendere, si vuole comprare per viverci? Sono tutte domande da porsi per arrivare a una decisione finale.

Cos’altro puoi imparare sulla finanza?

Tanto! Abbiamo pensato di mettere in gioco la nostra esperienza per raccontarti i concetti base in modo semplice, diretto e con esempi concreti. Iscriviti al nostro canale YouTube e segui tutti gli aggiornamenti. Un clic che vale l’investimento.

...
Guida all'Investimento
Carta di Debito vs Carta di Credito: Caratteristiche e Differenze
...
Guida all'Investimento
Cos’è l’Arbitraggio Finanziario Spiegato con un Semplice Esempio
...
Guida all'Investimento
I Termini da Sapere nel Mondo dei Mercati: un Glossario